Un elogio all’indifferenza

Vorrei scrivere un elogio dell’indifferenza. Vedi, non l’indifferenza cattiva, quel sentimento sprezzante che è quasi peggio dell’odio, no… non l’indifferenza di quelli a cui non importa nulla di ciò che accade al di fuori delle proprie misere esistenze. Ma piuttosto, l’indifferenza del saggio, l’indifferenza di chi sa quali sono i problemi che sono davvero degni di preoccupazione, di attenzione, rispetto a un’enormità di questioni su cui non ha proprio senso spendere energie e sentimenti.

Per esempio, prendi la sessualità. Io voglio che un giorno affermare «sono omosessuale» sia un fatto del tutto banale. Banale, come manifestare una preferenza tra il gelato alla fragola e il gelato alla stracciatella. E invece no: di fronte a qualcuno che dice «sono omosessuale» non possiamo fare a meno di restare colpiti, emotivamente mossi. Sia che lo reputiamo un malato da curare (ancora succede), sia che siamo d’accordo con lui sulla necessità di esprimere liberamente il proprio essere. E invece, come sarebbe bello reagire con indifferenza! Capire che non è certo la sessualità di qualcuno distinto da noi a doverci preoccupare; ecco, tale indifferenza non sarebbe forse la forma più alta di rispetto e di tolleranza nei confronti di un omosessuale?

Di esempi oltre a questo, credo, sono piene le nostre vite. Pensa a tutti quelli che badano al colore della pelle di chi hanno di fronte, come se fosse un aspetto di lui veramente essenziale (e invece è marginale: dovremmo esserne indifferenti). Pensa a quelli che ancora danno peso alla marca dei vestiti o dell’automobile, come fossero una sensata misura del valore di sé stessi e forse degli altri (e invece si tratta di caratteri esteriori a cui dovremmo essere totalmente indifferenti).

Comprendi, finalmente: la nostra società è traboccante di preoccupazioni immotivate. Più che superflue: proprio formalmente e sostanzialmente immotivate. E cosa meritano dunque questi falsi problemi di cui siamo così impregnati, se non da parte nostra una sensata indifferenza?

Annunci

2 pensieri su “Un elogio all’indifferenza

  1. Va detto che per quanto uno è razionale e sa dal suo punto di vista che sono cose che meriterebbero l’indifferenza,nel senso che dai tu a questa parola ossia la loro giusta importanza,in questo caso come dici tu non più di quella che si da a una scelta di un gusto diverso di gelato,sa anche che la maggior parte della gente non lo è ed è stupidamente sensibile a queste cose, dunque sa che la vita di quell’individuo è stata influenza da questa stupidità che l’ha circondato e questo inevitabilmente turba la propria emotività e concentra la propria attenzione…e in un certo senso permette di cogliere con maggiore acume le cose legate alla vita di quella persona. In un certo senso la mancata indifferenza,ossia la stupidità delle generazioni passate,si riversa su una mancanza di indifferenza(e quindi si in uno spreco di energie intellettuali la cui colpa è dell’idiozia precedente) nei confronti delle conseguenze della mancata indifferenza di prima, che dovrebbe portare dopo qualche generazione alla saggezza superiore. Ogni essere umano sensato dovrebbe prendere come una missione quella di snidare tutte le vuotezze le cosidette “spure correlation” che eredita dalla civiltà che lo ha appena preceduto e consegnare ai posteri un briciolo di sensatezza in più. E’ così che abbiamo smesso di guardare le interiora degli uccelli per fare il meteo, di ballare finchè non piovesse, e via dicendo…ed è così che il futuro smaschererà tutte le idiozie di fondo di cui noi in questo momento siamo allo stesso tempo vittime e propugnatori,per quanto ce la metteremo tutta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...